giovedì 17 settembre 2020

Come promuovere l'imprenditorialità femminile?

Mentre il COVID-19 ha cambiato radicalmente il modo in cui viviamo e lavoriamo, la pandemia non ha colpito tutti allo stesso modo. Ha portato alla luce le disparità esistenti nei nostri sistemi sanitari ed economici. Le donne e le persone di colore (così come gli immigrati N.d.T.) hanno maggiori probabilità di essere lavoratori essenziali, con una quota maggiore di occupazione nell'assistenza sanitaria, nel lavoro sociale e nella spesa, esponendoli a un rischio maggiore, scrivono Ana Revenga e Meagan Dooley. A livello globale, un rapporto McKinsey rileva che le donne hanno maggiori probabilità di perdere il lavoro durante la pandemia rispetto agli uomini: le donne rappresentano il 39% dell'occupazione globale ma il 54% delle perdite di lavoro fino ad oggi. È più probabile che lavorino in settori colpiti in modo sproporzionato dalla crisi come la ristorazione, l'ospitalità e la vendita al dettaglio. Inoltre, molte donne stanno abbandonando il lavoro part-time o totalmente per fornire assistenza all'infanzia o supervisione scolastica online per i loro figli. Lo stesso rapporto rileva che le donne imprenditrici potrebbero essere colpite in modo sproporzionato dalla crisi, in particolare le microimprese di proprietà femminile - aziende con meno di 10 dipendenti - nei paesi in via di sviluppo. Un'indagine di maggio sui proprietari di piccole imprese in 50 paesi ha rilevato che le aziende di proprietà femminile avevano quasi 6 punti percentuali in più di probabilità di essere chiuse a causa del COVID-19 rispetto alle aziende di proprietà maschile. Con la scarsità delle risorse domestiche, il capitale o i dispositivi digitali che sarebbero normalmente utilizzati per le imprese femminili possono essere riallocati ad altri scopi, guidati dalle dinamiche interne alla famiglia e dalle norme sociali sui ruoli di genere. Una ripresa forte richiede non solo l'adozione di misure provvisorie per aiutare le imprese a superare la crisi attuale, ma anche l'utilizzo di questo momento per contribuire a creare nuove opportunità economiche accessibili a tutti. Il fulcro di questo è il livellamento del campo di gioco per le donne, i neri, gli indigeni e le persone di colore, sia nel lavoro che nell'imprenditorialità. Ma cosa funziona davvero per promuovere l'imprenditorialità femminile e la crescita aziendale? Le donne hanno bisogno degli stessi supporti degli imprenditori di sesso maschile o devono affrontare una serie unica di vincoli che richiedono interventi aggiuntivi?

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento