mercoledì 1 luglio 2020

Donna in carriera e madre in famiglia

I media giapponesi stanno creando immagini idealizzate di madri che lavorano che le donne potrebbero trovare scoraggianti e difficili da emulare nella vita reale, secondo una nuova ricerca dell'Università di Cambridge.

L'ascesa della nuova identità di maternità potrebbe ironicamente spingere le donne a ritardare l'avvio delle famiglie mentre si sentono intimidite dai ritratti sulle riviste, secondo la ricerca di un nuovo libro lanciato martedì.

La ricerca costituisce uno dei numerosi saggi di

neolaureati di studi giapponesi che esaminano la società contemporanea.

Nel suo contributo, Tianyi Vespera Xie, esamina le riviste giapponesi sulla gravidanza e le giovani madri e dimostra l'emergere di una nuova identità di "mamma" che lei definisce "sia incoraggiante che intimidatoria".

L'immagine è quella di una madre che trova la felicità nell'educazione dei figli e allo stesso tempo si gode una carriera, spesso aprendo una casa d'affari o guadagnandosi da vivere in quello che un tempo era un hobby.

Le madri sono incoraggiate a proiettare uno stile elegante e sofisticato che trasuda un'aria di responsabilità e maturità, scrive.

Tuttavia, Xie commenta: "Inavvertitamente e in qualche modo ironicamente, questa nuova identità materna potrebbe contribuire al rinvio delle donne del matrimonio e del parto.

"La pressione per ottenere nuove qualifiche e forgiare nuovi percorsi di carriera perché non c'è alcuna possibilità di tornare al proprio lavoro precedente, insieme al lavoro estetico richiesto per rimanere attraente e femminile, aumenta l'onere di essere una madre in Giappone."

Gli studi rivelano anche come le recenti campagne per promuovere le donne con taglie forti siano superficiali perché la società tende ancora a guardare in basso verso coloro che sono in sovrappeso e le vede pigre e immature.

L'introduzione al libro degli editori senior di Cambridge rileva che, sebbene siano state messe in atto molte norme legali per promuovere l'uguaglianza, si ritiene ancora ampiamente come scontato che le donne diventeranno madri e assumeranno il ruolo principale in termini di assistenza all'infanzia e doveri domestici.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento