mercoledì 17 giugno 2020

Donne basta chiedere scusa per tutto

“Mi dispiace” non sono davvero le parole più difficili, si scopre. In realtà, è qualcosa che molte donne dicono troppo spesso, in particolare in situazioni che non servono le scuse. Ripensate all'ultima volta che vi siete scusate, scrive Lydia Smith.

È stato un "dispiacere disturbarti" all'inizio di una

e-mail sui soldi che ti sono dovuti? Ti sei scusata per aver rispedito una cena fredda e cruda in un ristorante? Se sei una donna, è probabile che non hai bisogno di chiedere scusa.

All'inizio di quest'anno, la giornalista freelance Marianne Eloise ha scatenato un'importante conversazione su scuse eccessive, fiducia e autostima. Dopo aver inviato e-mail che chiedevano alle persone di coprire il lancio della sua pubblicazione, si rese conto di essersi scusata per ognuna.

Irritata con se stessa, ha pubblicato un tweet deridendo le proprie e-mail. Il tweet è stato condiviso migliaia di volte, principalmente tra donne.

Per definizione, le scuse sono un riconoscimento di fallimento o di illecito. Ma dipende anche dal contesto. Ad esempio, dire "scusa" può essere un modo per mostrare rispetto o mantenere relazioni. Ma perché c'è una discrepanza tra uomini e donne quando si tratta di scusarsi?

Secondo uno studio condotto da ricercatori dell'Università di Waterloo in Ontario, Canada, le donne hanno maggiori probabilità di scusarsi più spesso perché hanno una soglia inferiore rispetto agli uomini per ciò che considerano offensivo.

Gli stereotipi di genere e le gerarchie sistemiche influenzano anche il modo in cui utilizziamo le scuse. "Le donne sono state socializzate per comportarsi in questo modo fin dalla tenera età", afferma Georgene Huang, CEO e co-fondatrice di Fairygodboss. “In generale, alle ragazze viene insegnato a essere educate e accomodanti rispetto ai ragazzi, i quali vengono esortati a essere audaci e volitivi.

"Questi comportamenti sono rafforzati in una varietà di strutture e pratiche sociali, motivo per cui si ripercuotono sul posto di lavoro".

Louise Lapish, allenatrice esecutiva, aggiunge che le frequenti scuse sono sintomatiche del linguaggio passivo. "Ci sono state statistiche interessanti su quante donne durante il blocco si sono scusate con tutti per tutto", dice.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento