giovedì 18 giugno 2020

Come aiutare le donne durante la crisi del Coronavirus

Cresce la preoccupazione che le disuguaglianze di genere nel mondo aumenteranno presto, invertendo i progressi sulla parità di genere e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, scrive Hira Ali.

Perdere terreno in questa fase avrà conseguenze disastrose per le donne, specialmente quando siamo arrivati così lontano. È indispensabile che le donne, le ragazze e altri gruppi vulnerabili siano al centro di tutti gli sforzi durante e dopo questa crisi.

Ecco come le organizzazioni possono aiutare.


Aumentare la consapevolezza dell'impatto della crisi sulle donne: recessioni precedenti hanno dimostrato che le persone svantaggiate sono meno resistenti finanziariamente e socialmente; alcuni gruppi affrontano persino forme di discriminazione intersecanti e multiple.

Dobbiamo attuare interventi in modo tale da non perpetuare norme di genere dannose, pratiche discriminatorie e disuguaglianze.

Per evitarlo, è fondamentale che siamo consapevoli di quanto sarà dannosa la crisi per le donne e di come tale impatto differirà tra i sessi.
Garantire che le donne siano incluse nelle decisioni chiave e nelle posizioni influenti.

La ricerca dimostra che la diversità porta a decisioni più ricche, più produttive e più sostenibili. Tuttavia, le donne rappresentano solo il 25% della leadership sanitaria globale e sono anche sotto rappresentate negli organi decisionali e di leadership sulla salute globale di COVID-19. Ciò è sintomatico della nostra società più ampia, in cui le donne continuano a essere sotto rappresentate nei ruoli di leadership e nelle sale riunioni.

Le voci e gli interessi delle donne devono riflettersi nei processi decisionali. Dobbiamo anche garantire che le donne siano rappresentate nelle task force e nei team di risposta.

Sostieni i genitori che lavorano: l'onere sproporzionato delle faccende domestiche durante il blocco ha schiacciato le donne, lasciandole affaticate e ansiose. Tale onere è particolarmente gravoso per i genitori single che non possono rivolgersi a un aiuto esterno durante la quarantena.

Le donne hanno anche maggiori probabilità di essere genitori single rispetto agli uomini. Un recente rapporto di Trust Radius ha rivelato che le donne nella tecnologia hanno maggiori probabilità di essere licenziate rispetto agli uomini e circa 1,5 volte più soggette a un carico di assistenza all'infanzia maggiore a causa di COVID-19.

Il 14% delle donne sta valutando di abbandonare il lavoro a causa delle esigenze della famiglia causate dalla crisi del Coronavirus. Decidere di lasciare la forza lavoro può avere conseguenze finanziarie a lungo termine per le donne che sono già in ritardo in termini di retribuzione, pensione e assicurazione sanitaria.

Questa è un'opportunità per le aziende di adottare politiche e pratiche sul posto di lavoro inclusive di genere e adatte alle famiglie, compresi accordi di lavoro flessibili che possono interrompere gli stereotipi di genere, cambiare le narrazioni tradizionali e incoraggiare una condivisione più equilibrata delle cure e delle responsabilità familiari.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento