martedì 12 maggio 2020

Uguaglianza di genere soluzione per la crisi climatica

Non è più teorico: siamo in una crisi climatica, scrive Danielle Nierenberg. E sebbene alcune delle migliori menti del mondo stiano lavorando sodo sulle strategie per evitare i peggiori effetti del disastro incombente, spesso trascurano una potente soluzione climatica: l'uguaglianza di genere.

Le donne raccolgono quasi la metà della forza lavoro agricola nei paesi in via di sviluppo, eppure in molti paesi non possono nemmeno possedere la terra in cui lavorano; spesso non hanno accesso al credito, all'istruzione e al processo decisionale. Oltre a lavorare nelle loro fattorie, la maggior

parte delle donne contadine deve anche prendersi cura dei bambini e raccogliere carichi pesanti di legno e acqua per uso domestico.

I cambiamenti climatici peggiorano la loro situazione. Un rapporto recentemente pubblicato dall'International Union for Conservation of Nature sostiene che quando i cambiamenti climatici causano la scarsità delle risorse naturali, i ruoli di genere tradizionali si intensificano, così come la violenza contro le donne.

Privare le donne di potere e risorse non è solo ingiusto, è miope. Il progetto Drawdown, la rispettata organizzazione di ricerca sulle soluzioni climatiche, classifica l'educazione delle ragazze come uno dei dieci modi più potenti per ridurre le emissioni di gas serra. Le donne istruite hanno appezzamenti agricoli più produttivi, amministrano meglio la loro terra e hanno meno figli.

Per quanto riguarda le donne piccole proprietarie, in particolare, il progetto Drawdown sottolinea che la disuguaglianza nelle risorse, nei fattori di produzione e nel sostegno significa che le donne producono meno sulla stessa quantità di terra. Colmare il divario di genere migliorerebbe la vita di donne e bambini e combatterà i cambiamenti climatici.

Infatti, poiché l'aumento delle rese delle donne contadine aiuta a mantenere le foreste in piedi, dal momento che gli agricoltori non hanno bisogno di espandere i loro raccolti nelle foreste vicine quando la loro terra esistente è produttiva, possiamo ridurre le emissioni di 2,1 gigatoni di anidride carbonica entro il 2050.

Il fatto è che più potere hanno le donne, più salutari saranno le loro comunità e il nostro clima.

Secondo l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, se le donne contadine avessero lo stesso accesso a formazione, finanziamenti e diritti di proprietà come le loro controparti maschili, potrebbero aumentare i raccolti del 20-30%, rafforzando i loro mezzi di sussistenza e le loro famiglie. Quando le donne sono in grado di guadagnare i propri stipendi, in genere investono il 90 percento di quegli apprendimenti in famiglie e comunità.

I vantaggi dell'uguaglianza di genere sono chiari.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento