martedì 5 maggio 2020

Donne leader anche dopo la pandemia

Mentre il mondo intero lavora per contenere la diffusione del coronavirus, il ruolo di leadership efficace è stato messo a fuoco particolarmente, scrive Michelle P. King. Ciò di cui le persone hanno bisogno ora sono leader con empatia, compassione e capacità di mostrare sostegno; abilità che le donne leader tendono a mostrare più degli uomini. Mentre potrebbe essere necessaria una pandemia globale per riconoscere finalmente i talenti e le capacità uniche offerti dalle donne leader, le aziende non dovrebbero aspettare fino a quando non ci sarà una crisi per offrire alle donne l'opportunità di guidare.

Sebbene non vi siano dati sufficienti per

concludere che le donne leader mondiali gestiscono la pandemia di Covid-19 in modo più efficace, le tendenze emergenti sono difficili da ignorare.

È una tendenza che abbiamo visto prima. Il crollo finanziario del 2008 e la conseguente crisi sono stati il risultato di un'assunzione irresponsabile del rischio che alla fine è dipesa dalle priorità di leadership e organizzative. La ricerca che esamina il comportamento a rischio rileva che gli uomini sono più inclini a correre rischi più elevati. L'aumento del comportamento collettivo nell'assunzione del rischio ha contribuito alla crisi, che è stata il risultato di luoghi di lavoro dominati dagli uomini che hanno valutato i risultati individuali e la concorrenza piuttosto che il benessere collettivo. Ricerche successive hanno scoperto che le donne tendono ad adottare un approccio più relazionale alla leadership, che è più efficace in una crisi rispetto al più tradizionale stile di comando e controllo tipicamente adottato dagli uomini. Nel complesso, le donne leader adottano uno stile relazionale quando affrontano una crisi, che è molto efficace poiché si concentrano sulla costruzione della fiducia, alleviando le paure e gestendo la crisi a portata di mano.

Queste lezioni si estendono oltre le situazioni di crisi e nel luogo di lavoro moderno di tutti i giorni. La ricerca ha costantemente scoperto che le donne tendono ad adottare uno stile di leadership più trasformazionale, che include dimostrazione di compassione, cura, preoccupazione, rispetto e uguaglianza. Al contrario, gli uomini hanno un approccio più transazionale, che include uno stile di gestione più incentrato sulle attività, orientato ai risultati e direttivo.

Ma nonostante abbiano dimostrato uno stile di leadership più efficace, le donne sono proposte per un minor numero di posizioni di leadership e i ruoli che ricevono tendono ad essere più rischiosi. È un fenomeno noto come "scogliera di vetro". Uno dei motivi principali di ciò è che i ruoli rischiosi sono spesso considerati idonei per le donne, anche se le possibilità di fallimento siano maggiori. L'ipotesi di base è che le donne possono gestire situazioni difficili perché sanno assumere il ruolo di custode e gestire la mancanza di supporto sociale. In altre parole, le donne sono abituate a non essere impostate per il successo e devono trarne il meglio. Poiché le donne hanno meno accesso alle opportunità di leadership, questi ruoli di leadership rischiosi sono difficili da rifiutare.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento