martedì 4 febbraio 2020

Victoria’s Secret e molestie verso le modelle

Victoria’s Secret ha definito la femminilità per milioni di donne. Il suo catalogo e le sfilate di moda sono pietre miliari popolari. Per le modelle, ottenere un posto come "Angelo" quasi garantisce celebrità internazionale.

Ma all'interno dell'azienda, due potenti uomini hanno presieduto una radicata cultura di misoginia, bullismo e molestie, secondo le interviste con più di 30 dirigenti e impiegati attuali e precedenti, dipendenti, appaltatori e modelle, nonché atti giudiziari e altri documenti.

Ed Razek, per decenni uno dei massimi dirigenti di L Brands, la società madre di Victoria's Secret, è stato oggetto di ripetute lamentele per comportamenti inappropriati. Ha provato a baciare le modelle. Chiese loro di sedersi in grembo. Si è toccato il cavallo in vista della sfilata di moda Victoria's Secret 2018.

I dirigenti hanno dichiarato di aver messo in

guardia Leslie Wexner, fondatore miliardario e amministratore delegato di L Brands, in merito al modello di comportamento del suo vice. Alcune donne che si sono lamentate hanno subito ritorsioni. Una modella, Andi Muise, ha affermato che Victoria's Secret ha smesso di assumerla per le sue sfilate di moda dopo aver respinto le avances del signor Razek.

Alcune modelle del marchio hanno accettato di mettersi in posa nude, spesso senza essere pagate, per un importante fotografo di Victoria's Secret che in seguito ha usato alcune foto in un costoso libro.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento