venerdì 7 febbraio 2020

Giusta retribuzione per le donne che lavorano

Che si tratti di insalate o creme per il viso, l'olio di argan del Marocco è l'ultimo trend gastronomico e cosmetico. Ma con le vendite in aumento in tutto il mondo, permangono preoccupazioni circa la retribuzione e le condizioni della forza lavoro prevalentemente femminile che lo produce.

Le lavoratrici usano ciascuna due pietre, una grande e una piccola, per spaccare il frutto e arrivare ai semi in un guscio centrale molto duro.

Si siedono su cuscini sul pavimento di una fresca casa di pietra, accanto a grandi pile di frutta.

"Voglio un lavoro migliore, con un salario

migliore", afferma una di loro, la 37enne Samira Chari. "Ma non c'è nient'altro. Questa è la mia unica opzione."

Siamo nella campagna marocchina, a circa 25 km nell'entroterra dalla città portuale di Essaouira, a metà della costa atlantica del paese. È caldo e soleggiato, e alberi di argan verde lussureggiante ricoprono l'arido paesaggio.

Le donne sono impiegate in un'azienda chiamata Marjana, una delle circa 300 piccole imprese, principalmente cooperative, che ora producono olio di argan estraendolo dai semi. Gli alberi stessi, che sono alti fino a 10 metri, si trovano in tutto il Marocco.

Spesso chiamato "oro liquido" del paese, le vendite globali di olio di argan sono in forte aumento, aiutate da studi che suggeriscono che ha benefici per la salute. La produzione, che proviene quasi interamente dal Marocco, dovrebbe raggiungere 19.623 tonnellate USA o 1,79 miliardi di dollari entro il 2022, rispetto alle 4.836 tonnellate statunitensi del 2014.

In Marocco, l'argan è tradizionalmente usato come alimento - per il pane o condito con couscous - e come medicina. Ma la grande crescita della domanda è guidata dall'industria cosmetica mondiale. Oltre alle creme per il viso, viene ora aggiunto a prodotti come lucidalabbra, shampoo, creme idratanti e saponi.

Sarebbe ora di dare alle donne che ne permettono la diffusione la giusta ricompensa.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento